🇮🇹 Il campo in “terra rossa sintetica” non va intasato con “comune” terra rossa ma con materiale appositamente realizzato per queste superfici. In foto invece vedi una porzione di campo in “terra rossa sintetica” ma purtroppo intasato con comune sottomanto (se ingradisci vedi pure del sintetico rosso che spunta).
Come risultato mi ritrovo un “pastone” di terra su cui non si può giocare perché l’argilla presente nel sottomanto e la parte più “polverosa” dello stesso da subito compattano sul sintetico e non c’è tappeto o attrezzo che tenga.
Game over ragazzi!!!
“E quindi, che si fa?”
SI TOGLIE TUTTA LA TERRA E SI RIPARTE CON QUELLA GIUSTA.👊👊👊
🇬🇧 The “synthetic clay court” must not be obstructed with “common” red earth but with specific material. In the picture you see a portion of court with “red synthetic earth” but, unfortunately, obstructed with common under-layer (if you zoom, you can see also some red synthetic appearing). As a result, I have a “mishmash” of earth where people can’t play because the clay of the under-layer and the “dustiest” part of the under-layer compact on the synthetic. No rug or tool can compare. Game over, guys!!! “So what do we do now?” LET’S REMOVE ALL EARTH AND RESTART WITH THE RIGHT ONE.👊👊👊
#redearth #syntheticredearth #underlayer #sharpeye #youcanfail #nobodydies #letsfix
#terrarossa #terrarossasintetica #campointerrarossasimtrrica #sottomanto Occhio #occhiofino #sipuòsbagliate #nonmuorenessuno #sisistema #vamos